ETIOPIA: le tribù della Valle dell’Omo

postato in: Africa, Culture e Popoli, Etiopia | 0

Questo viaggio di 9 giorni consente di scoprire l’Etiopia, uno dei paesi più affascinanti del continente africano e che presenta un’incredibile diversità sia culturale che geografica.

Viaggiando verso sud, partendo dalla capitale Addis Abeba, si ha l’opportunità di ammirare la East Africa Rift Valley per poi discendere nella Valle dell’Omo, la casa di alcuni tra i più colorati e interessanti gruppi etnici dell’Etiopia.

Le tappe più importanti di un viaggio nella Valle dell’Omo in Etiopia:

  • Percorrere, a bordo di un fuoristrada 4×4, la strada che, da Addis Abeba, discende dall’altopiano e ci si dirige verso sud, per poi raggiungere l’Omo Valley; lungo il percorso si possono ammirare gli spettacolari panorami della Rift Valley
  • Il popolo Dorze con le sue tradizioni, le sue case dalla forma inusuale e la sua calorosa opsitalità.
  • Il Lago Chamo, un luogo incredibilmente bello; nelle sue acque vivono ippopotami e coccodrilli, sono numerose anche le specie di uccelli che si possono osservare.
  • I Konso, che abitano le terre traArba Minch e Jinka e che hanno costruito un sistema di terrazze per coltivare sulle colline e i pendii, anche i loro villaggi sono molto interessanti ed elaborati.
  • Il Mago National Park che, oltre ad essere un’area naturale protetta, è il luogo in cui vivono i Mursi, la tribù famosa e molto fotografata per la consuetudine delle donne di indossare i piattelli labiali.
  • I mercati tribali come quello di Key Afar o di Dimekadove si possono incontrare numerose persone appartenenti a differenti tribù.
  • Turmi, la terra degli Hamer, dei Kara, o Karo, e dei Banna che vivono ancora seguendo antiche tradizioni e che praticano il rituale del Salto del Toro
Chiedi maggiori info o Prenota il viaggio

Visita della città di Addis Abeba in Etiopia

Ad Addis Abeba si visita l’interessante National Museum che conserva lo scheletro di Lucy,  il Merkato il più grande mercato dell’Africa dell’est, la Cattedrale della Santissima Trinità e la Cattedrale di San Giorgio.

Non lontano da Addis Abeba si trova il sito archeologico patrimonio dell’Unesco di Tiya dove si possono ammirare le steli funerarie in pietra incisa.

Visita di Karat-Konso e la popolazione dei Konso in Etiopia

La cittadina di Karat-Konso, non lontano da Arbaminch, si trova nel cuore dei territori del popolo Konso, qui si possono le tecniche di coltivazione a terrazzamento che questa tribù utilizza da secoli e che sono state dichiarate patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Si può visitare anche un villaggio fortificato dei Konso; i loro villaggi sono circondati da mura di pietra ed è possibile accedere al villaggio solo attraverso tre ingressi, all’interno si trovano i singoli compound delle varie famiglie e alcune strutture comunitarie; una guida locale è felice di raccontare il loro stile di vita e le loro tradizioni.

Visita al Mago National Park e al popolo Mursi in Etiopia

Il Mago National Park, non solo è un’area naturale, ma è anche la casa del popolo Mursi; i Mursi sono famosi per i piattelli labiali che vengono indossati dalle donne, da quando sono giovani ragazze, i piattelli sono un simbolo di bellezza.

Si visita un villaggio tradizionale Mursi dove, oltre a scoprire il loro stile di vita, è possibile ammirare e fotografare le donne con i loro piattelli labiali e i loro copricapi appariscenti, anche gli uomini talvolta indossano i copricapi ma il loro accessorio più tipico è un kalashnikov.

Turmi e Omorate: visita dei villaggi Hamer, Dassanech e Kara.

Nei pressi della cittadina di Omorate, in Etiopia, si trova il territorio dei Dassanech, si attraversa il fiume Omo con una piccola barca tradizionale realizzata in legno per raggiungere un villaggio dei Dassanech, una popolazione che si è adattata a vivere in un territorio semi desertico e che segue ancora antiche tradizioni. 

Nella cittadina di Turmi invece si trovano gli Hamer e i Kara, o Karo.

Gli Hamer sono famosi per le loro acconciature, il loro abbigliamento, i loro villaggi tradizionali e per i loro rituali, il più famoso dei quali è il Salto del Toro.

Il Salto del Toro è indubbiamente uno dei rituali più conosciuti e più importanti della Valle dell’Omo, si tratta di una prova di abilità, forza e coraggio che i ragazzi devono superare per poter essere definiti uomini e per potersi sposare, consiste nel saltare e correre sulla schiena di una fila di tori per più volte senza mai cadere.

Karo, o Kara, sono una delle tribù meno numerose dell’intera Valle dell’Omo, gli appartenenti a questa tribù sono solo 1.500.

I Karo sono famosi per i disegni che si dipingono sul corpo, durante le feste e le cerimonie, e per le scarificazioni tradizionali.

Visita di Arba Minch: Lago Chamo, Parco Nazionale di Nechisar e popolo Dorze

Da Arba Minch, cittadina che sorge in posizione elevata, si ammirano i laghi della Rift Valley: il Lago Abaya ed il Lago Chamo. 

Nelle acque del Lago Chamo si effettua una escursione in barca per vedere i coccodrilli, i numerosi ippopotami e numerose specie di uccelli acquatici; il lago Chamo fa parte del più ampio Nechisar National Park

Il popolo Dorze, vive sui rilievi che si trovano in prossimità di Arba Minch; sono conosciuti per l’architettura delle loro case e per le relative tecniche di costruzione; le case sono interamente costruite con materiali organici, queste strutture notevoli possono raggiungere fino a 12 metri di altezza e ricordano nella forma il muso di un elefante.

Chiedi maggiori info o Prenota il viaggio

La vaccinazione contro la Febbre Gialla non è obbligatoria ma se si intende visitare la Valle dell’Omo è fortemente consigliata; simile il discorso per la malaria che non è obbligtoria ma consigliata.

Il clima della Valle dell’Omo è di tipo arido o semi-arido con giornate a molto calde a volte torride.

Il periodo migliore per recarsi in Etiopia va da Ottobre a Febbraio quando le temperature sono più miti e le piogge quasi del tutto assenti, per la Valle dell’Omo anche il periodo di giugno-agosto potrebbe essere una soluzione per evitare il caldo troppo intenso.

Occhiali da sole e crema solare protettiva sono un must.

Macchina fotografica sempre con se e chiedere sempre prima di scattare una foto.

Chiedi maggiori info o Prenota il viaggio

Cosa include il viaggio?

  • Colazioni, pranzi, cene.

  • Auto 4×4

  • Entrate ai parchi

  • Guida locale certificata

  • Tutte le sistemazioni

Cosa non include?

  • Voli internazionali

  • Assicurazione internazional

  • Tasse aereoportuali

  • Visto per l’Etiopia

  • Shopping, alcool, etc.

  • Mancia alle guide

  • Quanto non esplicitato in “cosa include il viaggio”

Modalità di pagamento

Acconto del 40% da versare al momento della conferma.
Il saldo deve essere effettuato non più tardi di 60 giorni prima della partenza.
Se la conferma è data nei 60 giorni precedenti la partenza, il totale dell’importo dovrà essere saldato al momento della conferma.
La mancata osservanza delle modalità di pagamento sopracitate, comporta l’automatica cancellazione di tutti i servizi prenotati e l’applicazione di eventuali penalità.
Eventuali spese bancarie sono a carico del cliente.

In caso d’annullamento

Il deposito sarà totalmente rimborsato in caso di annullamento 60 giorni prima della partenza, per ogni annullamento dopo i 60 giorni, verranno applicate le seguenti condizioni:
60 – 18 giorni prima della partenza: 30% di penalità

17 – 10 giorni prima della partenza: 50% di penalità

 9 – 4 giorni prima della partenza: 75% di penalità

 3 – 0 giorni prima della partenza:   100% di penalità

Chiedi maggiori info o Prenota il viaggio