UZBEKISTAN Samarcanda e la via della seta

Un viaggio di 10 giorni in Uzbekistan lungo l’antica Via della Seta ammirando la leggendaria città di Samarcanda, le città Patrimonio dell’Unesco di Khiva e Bukhara e un’avventura nel deserto dormendo in un yurta.

Si parte dalla capitale Taskhent dove si ha un primo assaggio delle fantastiche architetture che questo paese custodisce gelosamente, i minareti, le moschee e le scuole coraniche sono un superbo esempio di architettura sacra.

I colorati mercati permettono di immergersi nella vita di tutti i giorni del popolo uzbeko che è sempre molto ospitale e gentile.

A Khiva si respira un’atmosfera incredibile, una città chiusa all’interno delle vecchie mura difensive dove le macchine sono praticamente assenti, i monumenti e i mausolei sono incredibilimente concentrati rendendo la visita della città molto facile e alla sera le luci creano un’atmosfera ovattata che riporta indietro nei secoli.

Bukhara ha monumenti altrettanto incredibili e affascinanti, ogni angolo regala una sorpresa, l’ampia zona pedonale scorre tra moschee e madrase, le antiche università in mattoni ricoperte da maioliche colorate. A Bukhara i ristoranti sono tra i migliori del paese.

Samarcanda è un nome che porta subito alla mente le carovane dei mercanti impegnati a portare in europa i tesori dell’oriente. Il suo antico e ricco passato è testimoniato dalle superbe architetture e dalle rovine dei palazzi voluti da Tamerlano.

Immancabile un’esperienza nel deserto conoscendo gli allevatori di cammelli e dormendo in una tipica yurta.

Visita di Taskhent

Visita della città vecchia con il grande mercato di Chorsu, coloratissimo e dai profumi intensi, il complesso di Khasti Imam, la cinquecentesca Madrasa di Barak Khan dove sono custoditi preziosi libri del Corano di Osman e della Moschea di Tellia Sheikh che sorge proprio di fronte, il mausoleo di Kafal Shashi.

Si visiterà inoltre il Museo delle Arti Applicate, la nuova Moschea Minore e la bellissima metropolitana.

Visita di Khiva

Entreremo nella città vecchia attraverso la porta della fortezza “Ata darvaza” (Itchan Qala-citta interiore). I monumenti architettonici del forte furono eretti durante il X-XVIII secolo e sono conservati in buone condizioni fino ad oggi.

Ammireremo il minareto incompiuto Kalta Minar vero simbolo della città, la madrasa di Mohamed Aminkhan e l’antico palazzo Kunya Ark, la madrasa di Mohamed Rahimkhan, il mausoleo di Said Alouddin, il mausoleo di Mahmud Pahlavano e il minareto di Islamkhodja. 

La città “gioiello” di Khiva custodisce inoltre la Moschea di Djuma, il caravanserraglio ed il Palazzo Tosh Khavli olte che l‘Harem di Khan.

Visita di Bukhara

La città di Bukhara offre molto a chi la visita, il Mausoleo di Ismail Samani, il mercato di frutta e verdura della città, il mausoleo di Shashma Ayub, uno dei monumenti più venerati della città, il Registan dove andremo a visitare la Cittadella dell’Ark, il più antico edificio di Bukhara, la moschea di Bolo Khauz costruita nel XVIII secolo.

Si prosegue poi con la visita della bellissima Madrasa di Ulug Beg (1417) costruita dal Principe Astronomo di Samarcanda e dalla Madrasa di Abdul Aziz Khan (1654) che si contrappone alla precedente, la Moschea di Magoki-Attari, nel cuore della città, ed infine la madrasa di Mir Arab (1535) e la Grande Moschea costruita nel 1514

Visita di Smarkanda

La leggendaria città di Samarcanda affascina da secoli tutti coloro che la visitano la piazza del Registan è uno spettacolo da togliere il fiato, le tre ostruzioni che chiudono i lati della piazza sono una più bella dell’altra: la madrasa di Ulug Beg (XV secolo), la madrasa di Shir Dar (XVII secolo), la madrasa di Tillya Kari (XVII secolo).

Si visiterà inoltre la Moschea di Bibi Khanum, il mercato di Siyob e la necropoli di Shakhi Zinda, andremo anche a scoprire l’Osservatorio di Ulugbek ed il museo di Afrosiab con i suoi affreschi risalenti al VII e VIII secolo

Escursione nel deserto di Kyzyl-Kum

Il grande deserto di Kyzyl-Kum con le sue dune di sabbia è stato solcato da numerose carovane di mercanti, oggi è una destinazione molto affascinate, andremo a Nurata per scoprire la città: la piscina con pesci sacri; la moschea e i resti della cittadella Sogdiana.

Raggiungeremo poi le rive del lago Aydarkul, per poi raggiungere Yangigazgan, luogo di raduno dei popoli nomadi del deserto di Kyzyl-Kum.

La nostra sistemazione sarà nel campo delle yurte ma prima ci aspetta una cavalcata su un cammello nel deserto e incontreremo una famiglia di allevatori di cammelli nomadi.

In un luogo magico, osserveremo il tramonto prima di dirigersi verso il campo nel mezzo del deserto: una vera yurta kazaka dove trascorreremo la notte.

Al campo verrà preparata una cena tradizionale accompagnata da vodka e canti Kazaki attorno al fuoco

Visiteremo anche il bellissimo villaggio di Hayat, e cammineremo nel Parco Nazionale di Nurata dove potremo avvistare i mufloni di montagna; avremo poi la fortuna di poter pranzare in una casa locale in compagnia di una simpatica famiglia.

In Uzbekistan il clima è di tipo continentale arido con estati torride nelle vaste steppe e deserti ed inversi rigidi e nevosi.

Questo clima fa si che i periodi migliori per visitare il paese siano la primavera e l’autunno quandi si evitano gli estremi climatici e le precipitazioni sono basse se non assenti.

Un piatto tipico è il “plov”, il riso pilaf cucinato in ben 40 versioni nei paesi dell’Asia centrale. La più nota è la variante cucinata con carne di montone tagliata in piccoli pezzi e unita a carote, zafferano e uvetta.

Cosa include il viaggio?

  • Trasporto con veicoli con aria condizionata
  • La guida turistica parante italiano durante l’intero viaggio
  • Biglietti d’ingresso ai siti citati nel programma
  • La mappa del paese offerta al tuo arrivo
  • Biglietti ferroviari tra Samarkanda-Tashkent
  • Cena e pranzo in casa locale a Hayat
  • Cena al campo delle yurte
  • Colazione in hotel.
  • Biglietti dell’aereo Tashkent-Urgench

Cosa non include?

  • Voli internazionali
  • Assicurazione internazionale
  • Tasse aereoportuali
  • Shopping, alcool, etc.
  • Mancia alle guide
  • Quanto non esplicitato in “cosa include il viaggio”

Modalità di pagamento

Acconto del 40% da versare al momento della conferma.
Il saldo deve essere effettuato non più tardi di 60 giorni prima della partenza.
Se la conferma è data nei 60 giorni precedenti la partenza, il totale dell’importo dovrà essere saldato al momento della conferma.
La mancata osservanza delle modalità di pagamento sopracitate, comporta l’automatica cancellazione di tutti i servizi prenotati e l’applicazione di eventuali penalità.
Eventuali spese bancarie sono a carico del cliente.

In caso d’annullamento

Il deposito sarà totalmente rimborsato in caso di annullamento 60 giorni prima della partenza, per ogni annullamento dopo i 60 giorni, verranno applicate le seguenti condizioni:
60 – 18 giorni prima della partenza: 30% di penalità

17 – 10 giorni prima della partenza: 50% di penalità

9 – 4 giorni prima della partenza: 75% di penalità

3 – 0 giorni prima della partenza:   100% di penalità

Chiedi maggiori info o Prenota il viaggio